Dal Giappone con furore: Ispirazioni zen per fare ordine nella propria casa (e nella vita)

La scorsa settimana ci siamo imbattuti in una lettura piuttosto inusuale, ma che ci ha illuminato in merito al nostro settore: l’autrice è Marie Kondo, conosciuta a livello internazionale come la guru dell’ordine, e il suo libro si intitola “Il magico potere del riordino. Il metodo giapponese che trasforma i vostri spazi e la vostra vita”.

I consigli che ci hanno dato importanti spunti sono principalmente tre:

  • Creare all’interno del proprio spazio un “power spot personale”: si tratta di un angolo della casa dove ci si può sentire al sicuro o nel quale riattivare le proprie energie;
  • Selezionare gli oggetti con un criterio affettivo: affidandosi completamente alla propria percezione di felicità, si conservano e se ne fa un buon uso;
  • Organizzare gli spazi nel modo più minimale possibile scegliendo attentamente la collocazione di ogni oggetto.

I lettori di questo blog si domanderanno cosa possa avere a che fare con il mondo del design di cucine e complementi d’arredo. Eppure a partire proprio dall’ultimo punto siamo riusciti a trovare grande ispirazione: l’ordine e il minimalismo all’interno di uno spazio come la cucina o la sala da pranzo possono essere interpretati in moltissimi modi.

Chi conosce Marchi Cucine sa bene i poli opposti tra cui ci muoviamo: dagli ambienti country, più ricchi e dettagliati, a quelli New Classic, nei quali linee e colori essenziali creano equilibri minimali. Predomina su tutto però un principio fondamentale: l’ordine. Non necessariamente come limitazione e ossessione con il downsizing, piuttosto come una scelta cosciente di disposizione e di ri-ordino.

Dalle immagini del nostro sito emerge la nostra passione per l’utilizzo di oggetti della quotidianità, come piatti, bicchieri, vasi o ingredienti per poi trasformarli in elementi di arredo, collocandoli in spazi a vista pensati ad hoc: un ottimo esempio è la nostra cucina Operà, che calza a pennello questo tipo di design grazie alle sue mensole aperte!

E voi? Siete amanti dei dettagli in mostra o delle credenze che nascondono i nostri piccoli peccati di disordine? Taggateci sui nostri canali social per mostrarci le vostre soluzioni!